festival di cannes 2013 meteore musica popolazioni ai confini

Roma città aperta al caro affitti

10 gennaio 2011 | By | Reply More
Share

Leggi tutti gli articoli dell’inchiesta Abitare la Roma immobile

Il problema del "caro affitti" colpisce la città di Roma

Nonostante il Codici, associazione a tutela dei diritti dei cittadini, sottolinei come l’Italia sia uno dei paesi europei con la più bassa percentuale di case in affitto, il 17% contro la media generale UE che è del 35%, una recente inchiesta effettuata dalla società di studi economici Nomisma evidenzia come questo trend possa presto cambiare.
Secondo la ricerca infatti, relativa al primo semestre del 2010, la domanda per appartamenti da prendere in locazione starebbe mediamente aumentando su tutto il territorio nazionale, per effetto di
una riduzione media dei canoni del 2,5%.

L’eccezione a tale tendenza è però rappresentata dai numeri relativi alla capitale, in cui l’aumento dei costi d’affitto cresce annualmente del 3,6% all’anno. Un dato in controtendenza che rende in generale Roma come la città con i contratti di locazione più salati d’Italia.

Lo studio effettuato da Nomisma ha tenuto in considerazione diversi parametri, dalla grandezza dell’appartamento, all’eventuale aggiunta di servizi supplementari come l’inclusione dell’arredamento immobiliare e la presenza o meno di un garage per il posto auto, oltre ovviamente all’ubicazione dell’abitazione. Eppure in tutti i casi analizzati l’unico comun denominatore è risultato il primato del caro affitti per la città capitolina.

Tanto per citare qualche numero, una casa non arredata da 80 mq da prendere in locazione costa in media, nei comuni capoluoghi di provincia, 526 € al mese. A Roma invece, un appartamento con caratteristiche analoghe, richiede per l’affitto 987 €, cioè quasi il doppio della spesa.
Altra statistica interessante riguarda la tipologia dell’immobile. L’alloggio per l’affitto preferito dai richiedenti  a livello nazionale è solitamente un bilocale, il cui prezzo di locazione si aggira mensilmente intorno ai 510 €, prendendo come riferimento la media costi dei 19 capoluoghi nazionali.
Per la stessa tipologia di appartamento i proprietari romani richiedono agli affittuari 840 €, precisando inoltre che utenze quali telefono, gas, luce e simili sono ovviamente a parte e a carico dei locatari.
Un’esagerazione, favorita ovviamente dalle molteplici risorse offerte dalla città ma anche dall’alto grado di speculazione esercitato dai possessori delle dimore.

Il Codici ha spiegato come ciò sia possibile non soltanto nei quartieri centrali, come Parioli ad esempio in cui l’affitto di un monolocale oscilla tra i 900 e i 1.000 euro, ma anche in zone periferiche che abbiano però nelle vicinanze servizi da offrire quali scuole ed università. Aree come San Lorenzo e Piazza Bologna offrono infatti appartamenti da 40 mq con prezzi che variano dai 750 ai 900 € mensili.

A queste cifre, lavorare significa impegnare la quasi totalità del proprio stipendio per estinguere il contratto d’affitto e, per coloro che non avessero un impiego come ad esempio gli studenti, vuol dire gravare pesantemente sul bilancio familiare. Sempre che una famiglia possa disporre di tanta liquidità. Condizione tutt’altro che garantita dall’instabilità economica nazionale di questo periodo.

Inchiesta FLM | Leggi tutti gli articoli

Abitare la Roma immobile di A. Scutellà
“L’affare del secolo”. Intervista all’urbanista Paolo Berdini di Y. Sina
Roma città aperta al caro affitti di P. Sabatini
Contro il caro affitti una soluzione “all’italiana”: il contratto in nero di P. Sabatini
Quale futuro per Porta di Roma? di M. Lupo
Dismissione immobiliare del patrimonio Enasarco… di A. Scutellà
Mutuo, troppi italiani in difficoltà di G. Pagano
Roma, la capitale degli sfratti di Y. Sina
Sfratto sacro a Roma nord di R. Simonicca
Sfratti: sindacati e movimenti tra piazza e ministero di Y. Sina
Continua la mobilitazione dei movimenti per il diritto della casa di M. Lupo

Tags: , , , , , , , , ,

Category: Attualità

About the Author ()

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.