festival di cannes 2013 meteore musica popolazioni ai confini

Il viaggio in paradiso di Gibson

28 maggio 2012 | By More
Share

Pochi sono a conoscenza del fatto che in Messico avevano tentato un progetto di quelli che uno immagina di trovare solo nei film, una prigione dove i carcerati vivenano con la propria famiglia, una prigione dove ai bambini era permesso di uscire per andare a scuola, una prigione nella quale c’era gente con case, altri un bancone al mercato, e chi era più in alto (una specie di mafioso, per intenderci) aveva addirrittura prostitute e vasche idromassaggio. Quella prigione, che soffriva dei tipici problemi di corruzzione, violenza, sovraffolammento, etc, si chiamava El Pueblito, ma era stata ribattezzata con il nome “La universidad del crimen”, l’Università del crimine.

In Viaggio in paradiso un uomo fugge dagli USA e riesce ad oltrepassare il confine messicano. Lì dei polizziotti corrotti gli sequestrano il denaro che lui aveva rubato a qualche potente americano e lo rinchiudono a El Pueblito. Quest’uomo, chiamato dagli altri carcerati semplicemente Gringo, si troverà costretto a sopravvivere in questo paesino all’interno di quattro mura, e le cose si complicheranno ancor di più quando una sorta di sentimento paterno riuscirà a scalfire il suo cuore di ghiaccio.

Mel Gibson finalmente torna ai film d’azione con un pellicola entusiasmante e coinvolgente, proprio il genere che ci si aspetta da lui. Viaggio in paradiso inoltre rende giustizia a una storia in parte vera, e soprattutto la fa conoscere in tutto il mondo. Buona anche la prova attoriale del piccolo Kevin Hernandez, un bambino che dopo questa interpretazione riuscirà a guadagnare sempre più spazio in quel di Hollywood.

Il film negli USA è stato distributo dalla Fox in VOD (video on demand) al costo 10.99 € a persona. Viaggio in paradiso è stata la prima pellicola in cui è presente una grande che star che ha saltato direttamente le sale cinematografiche per il VOD. Gibson, si sa, è sempre stato un innovatore in campo cinematografico e i film come La passione di Cristo e Apocalypto che lui si è finanziato personalmente hanno sempre avuto grande successo di pubblico in tutto il mondo, e il pubblico potenziale della Fox negli USA ammonta a ben 20 milioni di abbonati, senza contare che la distribuzione in esclusiva sarà valida solo per il primo mese e poi, nei successivi, qualsiasi provider sarà in grado di mettere in vendita Viaggio in paradiso. Ma c’è da precisare che la scelta di Gibson oltre ad essere innovativa è forse giustificata dal fatto che il suo ultimo e splendido film, Mr. Beaver, ha incassato cifre ridicole negli USA perché il pubblico americano non era/è in grado di fare scelte razionali basandosi sull’effettiva qualità del prodotto, bensì sulla persona che vi è dietro, e in quel periodo si era venuti a conoscenza degli insulti che l’attore australiano aveva rivolto alla sua ex moglie.

Viaggio in paradiso
Get the Gringo – How I Spent My Summer Vacation
Regia: Adrian Grunberg
Sceneggiatura: Mel Gibson, Stacy Perskie, Adrian Grunberg
Interpreti: Mel Gibson, Kevin Hernandez, Daniel Giménez Cacho, Dolores Heredia, Peter Stormare, Dean Norris, Bob Gunton, Scott Cohen, Patrick Bauchau, Tom Schanley
Durata: 95′
Produzione: Messico, USA
Distribuzione: Eagle Pictures, 1 giugno 2012

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=OWvkNaRO3BQ[/youtube]

 

Tags: , , , , , , , , ,

Category: Cinema

About the Author ()

Nato a Roma nel non troppo lontano 1988, Michele Ponte si divide tra l'Italia, la Polonia e il primo volo low cost verso una qualsiasi meta. Ha pubblicato due romanzi per la casa editrice Il Foglio, "Confessioni di uno psicopatico" e "Odio gli italiani".

Comments are closed.